Chiama T. 030 5356529
Comune di Brescia

DUC BRESCIA-Riqualificazione commerciale del distretto cittadino 2023

FONDI DISPONIBILI
★ 1/5
COMPLESSITÀ
★ 2/5
MODULISTICA
★ 2/5
In sintesi
TIPO DI CONTRIBUTO: Contributo a fondo perduto
TERRITORIO: Brescia
SETTORI: Artigianato, Commercio, Industria, Servizi
DESTINATARI: Artigiani e Commercianti, Liberi professionisti, Medie Imprese, Micro Imprese, Piccole Imprese
TIPO DI INVESTIMENTO: Comunicazione e marketing, Consulenze e servizi, Formazione, Innovazione digitale, Investimenti in beni strumentali
INVESTIMENTI AMMISSIBILI:

Spese in conto capitale (impianti, macchinari, attrezzature…) e spese in conto corrente (consulenze, comunicazione, pubblicità, affitto locali…)

ENTITÀ AGEVOLAZIONE:

50% delle spese ammissibili, contributo massimo Euro 3.000,00

STATO INCENTIVO:

Bando Chiuso
DATA DI APERTURA:
ore 10:00 del 15/05/2023
DATA DI CHIUSURA:
ore 12:00 del 31/07/2023
ULTIMO AGGIORNAMENTO:
08/02/2024

Condividi / Stampa

Bando per il sostegno delle MPMI su progetti di riqualificazione e ammodernamento di attività esistenti, nonché di avvio di nuove attività, mediante il riconoscimento di contributi a fondo perduto per consentire alle imprese del distretto urbano cittadino di investire sul proprio futuro.

I beneficiari sono le MPMI  nuove ed esistenti, ubicate all’interno del perimetro del DUC Brescia e operanti nei comparti della vendita al dettaglio di beni e/o servizi, somministrazione di cibi e bevande, prestazione di servizi alla persona e commercio su area pubblica che:

  • operino una riqualificazione e l’ammodernamento, in una prospettiva di innovazione e sostenibilità, di attività già esistenti;
  • avviino nuove attività, aprano nuove unità locali oppure subentrino quali nuovi titolari presso una attività esistente;
  • accedano, colleghino o integrino l’impresa con infrastrutture e servizi comuni offerti dal Distretto o compartecipino alla realizzazione di tali infrastrutture e servizi comuni.

Sono escluse dal bando le imprese che svolgono, nell’unità locale presso cui vengono realizzati gli interventi oggetto di contributo, attività primaria, risultante dalla visura camerale, di cui ai seguenti codici ATECO:

  • 92.00.02 Gestione di apparecchi che consentono vincite in denaro funzionanti a moneta o a gettone;
  • 92.00.09 Altre attività connesse con le lotterie e le scommesse.

Il 50% sul totale delle spese ammissibili al netto di IVA, ad eccezione dei casi in cui l’IVA sia realmente e definitivamente sostenuta dal beneficiario e non sia in alcun modo recuperabile dallo stesso, tenendo conto della disciplina fiscale cui il beneficiario è assoggettato, fino ad un massimo di Euro 3.000,00. L’investimento minimo ammissibile (considerato come somma delle spese in conto capitale e delle spese parte corrente) è di Euro 1.000,00, di cui almeno  Euro 500,00 in conto capitale.

I progetti delle imprese potranno prevedere sia spese in conto capitale che spese di parte corrente. Le risorse per le imprese a valere sul presente bando potranno essere destinate esclusivamente a copertura di spese in conto capitale. Le agevolazioni alle imprese non potranno essere superiori al 50% della spesa ammissibile totale (in conto capitale e di parte corrente) e in ogni caso non superiore all’importo complessivo al netto di IVA delle spese in conto capitale.

Sono ammissibili le seguenti tipologie di spesa:

A. Spese in conto capitale:

  • opere edili;
  • impianti;
  • arredi e strutture temporanee;
  •  macchinari, attrezzature ed apparecchi;
  • veicoli ad uso commerciale;
  • realizzazione, acquisto o acquisizione tramite licenza pluriennale di software, piattaforme informatiche, applicazioni per smartphone, siti web ecc.

B. Spese di parte corrente:

  • consulenze, studi ed analisi;
  • canoni annuali per l’utilizzo di software, piattaforme informatiche, applicazioni per smartphone, siti web ecc.;
  • spese per eventi e animazione;
  •  promozione, comunicazione pubblicità;
  •  formazione del titolare o dei lavoratori;
  • affitto dei locali per l’esercizio dell’attività di impresa (fino a un massimo di € 3.000,00);
  • spese in parte corrente inerenti ad attività di comunicazione e promozione legate a “Bergamo – Brescia Capitale della Cultura”.

Per essere ammissibile al contributo, il budget di spesa del progetto deve obbligatoriamente prevedere delle spese in conto capitale e le spese essere sostenute successivamente al 28 marzo 2022.

Vuoi partecipare? Contattaci

Per richiedere informazioni o partecipare compila il form di seguito. Verrai ricontattato da un nostro consulente.