Chiama T. 030 5356529
Regione Lombardia

OCM Vino Investimenti 2024-2025

FONDI DISPONIBILI
★ 3/5
COMPLESSITÀ
★ 3/5
MODULISTICA
★ 3/5
In sintesi
TIPO DI CONTRIBUTO: Contributo a fondo perduto
TERRITORIO: Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Lecco, Lodi, Mantova, Milano, Monza e Brianza, Pavia, Sondrio, Varese
SETTORI: Agricoltura, Industria
DESTINATARI: Medie Imprese, Micro Imprese, Piccole Imprese
TIPO DI INVESTIMENTO: Consulenze e servizi, Innovazione digitale, Investimenti in beni strumentali
INVESTIMENTI AMMISSIBILI:

Attrezzature e macchinari, Consulenze/Servizi, Innovazione digitale, Impiantistica/Opere edili

ENTITÀ AGEVOLAZIONE:

Contributo 20%-40% massimo Euro 80.000

STATO INCENTIVO:

Bando Aperto
DATA DI APERTURA:
29/02/2024
DATA DI CHIUSURA:
30/04/2024
ULTIMO AGGIORNAMENTO:
08/03/2024

Condividi / Stampa

La misura di investimento per il settore vitivinicolo finanzia gli interventi materiali e immateriali in impianti di trasformazione, in infrastrutture vinicole e nella commercializzazione del vino, diretti a migliorare il rendimento globale dell’impresa e il suo adeguamento alle richieste di mercato e ad aumentarne la competitività. Essi riguardano la produzione e la commercializzazione dei prodotti vitivinicoli, anche al fine di migliorare i risparmi energetici, l’efficienza energetica globale nonché trattamenti sostenibili.

Sono beneficiari:

  • imprenditori agricoli singoli o associati;
  • società di persone e capitali esercenti attività agricola;
  • imprese di trasformazione;
  • cooperative agricole.

Con riguardo alle seguenti categorie di imprese:

  • microimprese-piccole imprese-medie imprese;
  • imprese, che occupano da 250 a meno di 750 persone o il cui fatturato annuo sia inferiore a 200 milioni di euro.

 

L’aiuto finanziario è concesso ai soggetti in possesso dei requisiti previsti dalle disposizioni regionali applicative dell’Intervento Settoriale Investimenti vino (OCM vitivinicolo) per la campagna 2024-2025approvate con DGR n. XII/1945 del 26/02/2024
OCM Vitivinicolo – Regolamento (UE) 2021/2115, articolo 58 paragrafo 1 lettera b). “Attivazione in Regione Lombardia dell’Intervento Settoriale Investimenti per la campagna 2024/2025” e che, alla data di presentazione della domanda, abbiano aperto nel sistema informativo della Regione Lombardia (SISCO) un fascicolo aziendale attivo (asset aziendale). Possono accedere ai contributi solo le imprese con unità produttive di trasformazione ubicate nel territorio della Regione Lombardia.

I livelli massimi di aiuto finanziario prevedono che il contributo sia pari:

  • per le microimprese, piccole imprese, medie imprese al 40% delle spese ammissibili effettivamente sostenute ed ammesse a seguito dell’istruttoria di collaudo;
  • per le imprese diverse da quelle di cui al punto precedente, che occupano meno di 750 dipendenti o il cui fatturato annuo sia inferiore ai 200 milioni di euro, al 20% delle spese ammissibili effettivamente sostenute ed ammesse a seguito dell’istruttoria di collaudo.

Sono ammissibili:

  • le opere di costruzione, ristrutturazione, restauro o risanamento conservativo di fabbricati adibiti alla trasformazione, commercializzazione e/o produzione e vendita diretta dei prodotti vinicoli, fabbricati adibiti a sale di degustazione o uffici aziendali;
  • acquisto e/o realizzazione di impianti e acquisito di dotazioni fisse, installate in modo permanente o stabile, per la produzione, lavorazione, trasformazione, commercializzazione e/o vendita diretta dei prodotti vinicoli;
  • acquisito di recipienti per l’affinamento del vino in legno, in acciaio e in altri materiali funzionali ed innovativi;
  • acquisto di macchine e/o attrezzature mobili innovative dirette a migliorare il rendimento globale dell’impresa sia dal punto di vista economico che energetico;
  • allestimento di punti vendita al dettaglio: l’acquisto di mobili a attrezzature (compresi gli elettrodomestici dedicati quali lavastoviglie e frigoriferi);
  • allestimento di sale degustazione: l’acquisto di mobili a attrezzature (compresi gli elettrodomestici dedicati quali lavastoviglie e frigoriferi);
  • dotazioni utili per l’ufficio quali l’acquisito di pc per postazioni fisse, stampanti, fax, scanner, arredi e/o mobili per ufficio. Acquisto di software gestionali per l’ufficio e la cantina;
  • creazione e aggiornamento di siti internet dedicati all’e-commerce. Le spese non possono superare il 10% del totale della spesa ammissibile per questa azione.
  • è consentito l’acquisto di terreni fino all’occorrenza del 10% delle spese totali.

 

I progetti presentati in domanda possono avere durata annuale o biennale. Le spese per realizzare l’intervento devono essere sostenute dal giorno successivo la data di presentazione delle domande di aiuto.

 

Vuoi partecipare? Contattaci

Per richiedere informazioni o partecipare compila il form di seguito. Verrai ricontattato da un nostro consulente.