Chiama T. 030 5356529

Transizione 5.0, decreto in arrivo!

Ben 9 aliquote, fino a un massimo del 45%, determinate dalla classe di efficienza ottenuta con l’investimento e dall’ammontare dell’investimento

Il piano Transizione 5.0 prevede un sistema di agevolazioni per il biennio 2024-2025 che ha come finalità la riduzione dei consumi energetici delle aziende secondo tre direttrici dedicate a:

  • acquisto di beni strumentali materiali o immateriali 4.0;
  • acquisto di beni necessari per l’autoproduzione e l’autoconsumo da fonti rinnovabili (ad esclusione delle biomasse);
  • spese per la formazione del personale in competenze per la transizione verde.

Le aliquote saranno almeno tre e saranno legate al risparmio energetico conseguito, che dovrà essere pari almeno al 3% dei consumi totali o al 5% dei consumi del “processo target” dell’intervento di efficientamento. Per investimenti fino a 2,5 milioni di euro le aliquote sono: classe I: 35%, classe II: 40%, classe III: 45%.

Per accedere all’incentivo per la componente relativa all’efficientamento energetico, l’investimento deve essere conforme ai requisiti del piano Transizione 4.0.

Alle spese per la formazione sono dedicati 630 milioni. Vi potranno accedere solo le aziende che fanno investimenti e nel limite del 10% del valore del progetto, con un massimale di 300.000 Euro.

Il progetto deve essere certificato “ex ante” da un valutatore indipendente che attesti che il progetto di innovazione rispetta i criteri di ammissibilità relativi alla riduzione del consumo totale di energia. Successivamente una certificazione “ex-post” dovrà attestare l’effettiva realizzazione degli investimenti in conformità alle disposizioni della certificazione ex-ante.

In attesa della pubblicazione del decreto del Piano Transizione 5.0, contattaci per maggiori informazioni!

Elma Hrkic| Responsabile Area Finanza Agevolata
Mail:  agevolata@innovare.it– Tel. 030 5356529 – interno 3

 

Condividi:

C'è un mondo di opportunità che ti aspetta: trovale con noi